vitamina K2

(1/1)

lupo grigio:
C'è uno studio recente che mette in relazione la vitamina k2 e la riduzione significativa del cancro alla prostata. In particolare si fa riferimento alla vitamina k2 assunta con la dieta; ma è necessario distinguere, i risultati migliori sono stati osservati con la forma di vitamina k2 contenuta negli alimenti fermentati come yogurt/formaggi e natto.

Volevo sapere se tra gli alimenti fermentati che contengono vitamina k2 possono essere ricompresi anche il miso e il tempeh

Che differenza c'è tra miso e natto?

La fonte è

American Journal of Clinical Nutrition,  April 2008, Volume 87, Number 4, Pages 985-992
"Dietary intake of vitamin K and risk of prostate cancer in the Heidelberg cohort of the European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition (EPIC-Heidelberg)" Authors: K. Nimptsch, S. Rohrmann, J. Linseisen

Dr Perugini Billi:
Sì, anche gli altri prodotti fermentati contengono vitamina K.

Il Natto fece la sua comparsa nelle regioni del nordest del  giappone circa 1000 anni fa.  E' un fermentato di soia, inoculata con Bacillus natto. Viene servito con mostarda e salsa di soia  e utilizzato nelle  zuppe o come alimento spalmabile. E' uno dei pochi  fermentati di soia in cui i batteri predominano sui funghi. E' tra i fermentati di soia il più ricco di vitamina K (870 mcg/100g).

Cordialità

Dr FPB

biker40:
Gentile dottore,
da una settimana circa sto provando con grandi benefici l'High Meat.
Ho preparato il prodotto mettendo circa 300 gr di fegato di bovino crudo tagliato in pezzetti in un contenitore chiuso ermeticamente lasciando dell'aria e tenuto in frigorifero. Poi ogni 2-3 giorni ho portato il contenitore sul balcone per arieggiarlo aprendo il coperchio.
Dopo oltre 4 settimane con grande paura e diciamolo pure schifo e ribrezzo ho iniziato ad integrare nella mia alimentazione prima 10gr di prodotto ed ogni giorno ho raddoppiato la dose. Prendo un pezzetto con la forchetta e lo deglutico come una pillola con acqua alcalina. All'inizio era terribile buttare giù il boccone ora è diventato molto più semplice. Ha un retrogusto acido come lo yogurth alla fine.
Ebbene gli effetti sono notevoli sull'umore, voglia di fare e recupero da allenamenti e gare.
Sull'intestino poi gli effetti sono stati mostruosi. Già il mio intestino funzionava benissimo!
Una sorta di doping naturale mai sperimentato prima. Ovviamente è appena una settimana che ho iniziato... Potrebbe essere un semplice effetto placebo.
Vorrei un suo gentile parere su quest'alimento fermentato.
Intanto per non rimanerne sprovvisto ne ho preparato un altro contenitore.
Grazie in anticipo.
Angelo.

Dr Perugini Billi:
Caro biker40,

non ho mai provato la preparazione di cui lei parla, ma non ho difficoltà a credere ai  suoi benefici effetti.

Non so se così facendo si avvia una vera e propria fermentazione con microbi provenienti dall'esterno o una frollatura più spinta. Con la frollatura  aumenta l'acidità  e gli enzimi dei microrganismi presenti denaturano le proteine.

Gli scandinavi mangiano pesce fermentato, così come gli Inuit. Mi sembra che i nativi americani avessero l'abitudine di sotterrare animali e fermentarli. Gli stessi antichi Romani fermentavano pesce.

Il fegato è già una bomba di alimento. Immagino che fermentato, la sua potenza aumenti. Certo il processo deve essere seguito attentamente per non avere risultati opposti.

Cordialmente

Dr FPB

Navigation

[0] Message Index